Il nuovo numero di Proposta Educativa

image_pdfimage_print

Il nuovo numero di Proposta Educativa

« Adulti sul banco dei testimoni»

«E’ chiaro che la sfida educativa è esigente e non più procrastinabile!
Papa Francesco, avvertendo l’urgenza di questo momento storico, ha deciso di richiamare coloro che, a qualsiasi titolo, si occupano di educazione e tutte le Istituzioni educative, a prendere con coscienza la responsabilità di ricostituire un «Patto educativo globale»: una responsabilità collettiva e plurale da parte dei tanti soggetti coinvolti.
Ognuno è chiamato a fare la propria parte, tessendo pazientemente la trama di un disegno complessivo alla cui base ci siano i valori fondativi e inalienabili della persona, la costruzione di un ecosistema formativo e di un ambiente socio-culturale che aiutino ciascuno a crescere in una comunità aperta agli altri, rispettosa della diversità, impegnata nel perseguire il bene di tutti e di ciascuno.
Per questo, Proposta Educativa, nel corso di quest’anno, intende continuare la riflessione sulla «questione educativa» già avviata nel numero scorso, per fornire analisi, riflessioni, percorsi ed esperienze per la comprensione del nostro tempo, a partire dalla sfida esigente rivolta ancora oggi agli educatori, ben espressa da Paolo VI e ripresa da papa Francesco: «L’uomo contemporaneo ascolta più volentieri i testimoni che i maestri, e se ascolta i maestri lo fa perché sono anche testimoni…» (Evangelii Nuntiandi, n. 41). Questo forte richiamo ad essere educatori credibili ha accompagnato negli anni post-conciliari quanti, nonostante notevoli difficoltà, hanno continuato e continuano ad impegnarsi nella formazione come campo privilegiato per aiutare le nuove generazioni ad assumersi, alla scuola esigente del vangelo, il compito di umanizzare la vita personale e comunitaria e generare un mondo migliore, giusto, fraterno e solidale, nella consapevolezza di essere tutti figli e fratelli, rimanendo fedeli al presente, ma con la tensione di una speranza aperta al futuro».

Franco Venturella

Per abbonarsi: http://www.impegnoeducativo.it/2014/rivista/

Facebooktwittergoogle_plus

Stampa Articolo Stampa Articolo