Festa liturgica di San Giovanni Paolo II e del Beato Giuseppe Puglisi.

image_pdfimage_print
  • Giovanni Paolo II_Pino Puglisi– 21 ottobre: memoria del Beato Padre Pino Puglisi
    – 22 ottobre: memoria di San Giovanni Paolo II

– Il Mieac, in particolare, vuole fare memoria della profonda valenza educativa che ha caratterizzato la loro missione e la loro azione pastorale, il loro profondo amore nei confronti delle nuove generazioni.
Un amore evangelico, che si è fatto servizio quotidiano e testimonianza di vita perché i giovani scoprano sempre più  i valori umani e cristiani di cui sono portatori, le energie che possono e devono sviluppare per donarle, attraverso l’impegno e la responsabilità, alla comunità ecclesiale e alla società.


 

San Giovanni Paolo II

«Mi rivolgo ora con viva cordialità ai pellegrini di lingua italiana. In particolare, saluto… i dirigenti dei Consigli diocesani che prendono parte al Congresso Nazionale del Movimento di Impegno Educativo di Azione Cattolica.
Carissimi, vi ringrazio per la vostra presenza, ed auguro che i vostri incontri vi siano di stimolo per impegnarvi con rinnovato slancio educativo e missionario nell’opera della nuova evangelizzazione».

(Udienza del 28 luglio 1999)


 

Beato Pino Puglisi

Il senso della vita.
“Ognuno di noi sente dentro di sé una inclinazione, un carisma.
Un progetto che rende ogni uomo unico e irripetibile.Questa chiamata, questa vocazione è il segno dello Spirito Santo in noi.
Solo ascoltare questa voce può dare senso alla nostra vita”.

 Ho fatto del mio meglio.
“Bisogna cercare di seguire la nostra vocazione, il nostro progetto d’amore.
Ma non possiamo mai considerarci seduti al capolinea, già arrivati.
Si riparte ogni volta.
Dobbiamo avere umiltà, coscienza di avere accolto l’invito del Signore, camminare, poi presentare quanto è stato costruito per poter dire: sì, ho fatto del mio meglio”.


 

Facebooktwitter

Stampa Articolo Stampa Articolo