2011-2014

image_pdfimage_print

Itinerario Mieac 2011-2014

LINEE PROGRAMMATICHE NAZIONALI MIEAC
TRIENNIO 2011-14
Approvate dal Comitato dei Presidenti del 9-11 marzo 2012

 

 

Alla luce del percorso compiuto dal Mieac negli ultimi anni (Generazioni e dialogo; Futuro e nuove speranze; Beni comuni e percorsi dell’IO; Comunità, Responsabilità e Declinazioni dell’etica) e in sintonia con quanto è stato elaborato in seno all’Assemblea e al Consiglio nazionali di ACI, per il prossimo triennio (2011-14) il Movimento di Impegno educativo avrà ogni anno una particolare “attenzione educativa”.

In dettaglio:

ANNO 2011/12
Dentro di sè – Spiritualità e coscienza, consapevolezza e soggettività, identità e libertà, cosa significa esser se stessi, spirito anima e corpo, a immagine d Dio e specchio della storia personale e collettiva
– Vita nello Spirito e fede religiosa
– Io e me: il mio cuore, la mia mente, la mia pelle
– Nuovi percorsi di formazione delle coscienze

ANNO 2012/13
Dentro la relazione – affettiva, generazionale e comunitaria (ecclesiale e civile), vocazione e responsabilità, progetto di vita e percorso, esistere e vivere, distinguersi e incontrarsi
– Vocazione (chiamati da chi, come e a che cosa – chiamati ad esserci)
– Amore (senza me, senza l’altro, insieme)
– Destino e futuro (fatalità di un progetto di vita o percorso in cui sperimentare la libertà

ANNO 2013/14
Dentro la storia e la città – vedere e trasformare, omologazione o partecipazione, nuove forme di solidarietà e di cittadinanza, bene o beni comuni? Movimento di convergenza sì, ma verso dove? Verso quale mondo nuovo/comunità rinnovata?
– Incarnazione (fede e sentire comune, empatia del credente, formare lo sguardo e il cuore)
– Conversione/Rivoluzione (intuizione e lettura dei segni dei tempi, discernimento e profezia, annunciare e realizzare speranze, formare alla trasformazione)
– Salvezza (Dio e storia, Regno di Dio e presente storico, “già e non ancora”, riconoscere e dire Dio nelle pieghe della storia, formare alla laicità)

In pratica, ciascuna attenzione viene espressa, anno per anno, da un tema che ispira il lavoro dei gruppi territoriali del MIE. Essa caratterizzerà l’elaborazione e i momenti formativi del gruppo che, impegnato nelle tre fasi della sua vita (vd. Vademecum), guarderà alla specificità del proprio territorio per individuare i destinatari privilegiati della propria azione ed elaborerà microprogetti di intervento che inneschino sinergie con: altre componenti dell’ACI, altre realtà ecclesiali e sociali, istituzioni pubbliche e private, singoli educatori e cittadini.

Tale percorso verrà supportato dalla Presidenza e dall’équipe nazionali con specifici sussidi per la formazione personale e la vita di gruppo, con il sito e la rivista del Movimento, con l’ampliamento di Educapolis (anche grazie al contributo delle varie realtà territoriali Mieac). Nello stesso tempo, i gruppi si impegnano a verificare la coerenza della propria azione rispetto a ispirazione, natura e finalità del Mieac e rispetto a quanto concordato a livello nazionale con le linee programmatiche comuni sintetizzate in questo documento.